Pubblicato il volume “Immigrazione in America Latina”, a cura dell’Avv. Iurato

 

9788825516104È da poco andato in stampa il volume Immigrazione in America Latina: dal postcolonialismo alla cittadinanza regionalea cura dell’Avv. Iurato ed edito da Aracne editrice. Governare le migrazioni umane è da secoli un imperativo per gli ordinamenti dell’America latina, i quali sin dall’epoca coloniale sono stati origine, meta e corridoio di alcuni tra i flussi migratori più rilevanti del pianeta. L’opera presenta, in prospettiva comparata, come gli ordinamenti attuali della regione stiano mutando il proprio approccio alla regolamentazione della mobilità umana, mostrando interessanti elementi di confronto con i vicini USA e con l’UE, alla ricerca di un delicato equilibrio tra tutela dei diritti, sovranità statale e integrazione regionale.

Volume a cura di: Andrea Iurato. Contributi di: Giovanni Cordini, Andrea Iurato, Damiano Fuschi, Arthur Pinheiro Chaves, Luis Eduardo Rozo Acuña, Andrea Iurato, Marisela Morales Ibañez, Giulia Baj, Juan Federico Arriola

Scarica un estratto del volume

Annunci

Cibo made in Italy: quando possiamo fidarci

made-in-italyPer molti prodotti alimentari non vige alcun obbligo di indicazione dell’origine i recenti interventi del governo italiano si sono scontrati con una legislazione europea poco severa e attenta. È davvero difficile allora essere certi che un prodotto sia davvero made in Italy, ma una lettura attenta dell’etichetta può aiutare a individuare i prodotti e i marchi più affidabili. Ma procediamo con ordine e vediamo quando possiamo fidarci di un cibo made in Italy…

Leggi il resto dell’articolo dell’Avv. Iurato su laleggepertutti.it

Riders e consegna cibo a domicilio: è sicuro?

consegna-pizza-express-app-tecnologiche-600x375Il cibo che ci viene consegnato a domicilio è sicuro? Cosa sappiamo del cibo acquistato online o al telefono? La legge stabilisce che il trasporto di cibotramite bici o moto deve rispettare requisiti di igiene e sicurezza, i riders devono ricevere un’adeguata formazione e i cibi devono essere accompagnati dalle indicazioni sull’eventuale presenza di allergeni.

Leggi il resto dell’articolo dell’Avv. Iurato sul sito laleggepertutti.it

Pubblicità cannabis light: è legale?

cannabis-marijuana-pianteAbbiamo già parlato in un precedente articolo (“Cannabis: una guida alla produzione legale”) della forte crescita in Italia della coltivazione della canapa, conosciuta anche come cannabis e del mercato dei prodotti da essa derivati: alimentari, cosmetici, indumenti, prodotti da collezionismo e altro ancora. Nel 2016 il Parlamento ha anche approvato una legge [1] che stabilisce i casi nei quali le piante di canapa possono essere legalmente coltivate e quali prodotti possono essere fabbricati e commercializzati senza rischio di sanzioni.

Continua a leggere l’articolo dell’Avv. Iurato su laleggepertutti.it

Cannabis: una guida alla produzione legale

cannabis-marijuana-piante.jpgColtivare cannabis e fabbricare prodotti di consumo che la contengono è legale se si rispettano le norme previste dalle leggi in materia e sono anzi previsti aiuti e incentivi pubblici per i produttori. In questa breve guida rivolta a produttori e consumatori cercheremo di distinguere cosa è legale e cosa non lo è per avvicinarci ad un argomento che per molti anni è stato tabù ed evitare al tempo stesso brutte sorprese…

Continua a leggere l’articolo dell’Avv. Iurato sul sito laleggepertutti.it

Minacce, truffe e altri reati: più facile farla franca senza querela

querela-denuncia1Vita più facile per chi commette un crimine: dal 9 maggio molti reati comuni saranno punibili solo se la vittima presenta formale querela entro il termine previsto dalla legge. Sono previste eccezioni per i casi più gravi e un termine di 3 mesi per sporgere querela per i reati subiti in passato. Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono le novità in materia di minacce, truffe e altri reati e perché è più facile farla franca senza querela.

Continua a leggere l’articolo dell’Avv. Iurato su laleggepertutti.it

Esportare negli Emirates e nei Caraibi: lo studio dell’Avv. Iurato representative delle camere di commercio italiane all’estero

10003640_606886032746845_3093632990552328002_o logo_chamber_caribbean-e1507613255999

Dal 2018 l’Avv. Iurato è representative per la provincia di Bologna della Camera di Industria e Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti e della Camera di Commercio Italiana nei Caraibi, associazioni finalizzate a favorire l’internazionalizzazione delle Imprese italiane e a promuovere il Made in Italy all’estero. In questo modo lo studio dell’avv. Iurato è in grado di fornire consulenza alle aziende che vogliano esportare i propri prodotti negli EMIRATES (Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujaira, Ras al-Khaima, Sharja e Umm al-Qaywayn), in FLORIDA, in MESSICO e nelle   isole caraibiche (Bahamas, Cuba, Isole Cayman, Panama, Belize, Rep. Dominicana, Giamaica, Porto Rico, Antigua, Barbados e St. Maarten). Le camere di commercio accompagnano le Aziende italiane in ogni fase del processo d’internazionalizzazione direttamente sul territorio, tramite le loro sedi centrali rispettivamente di Dubai, di Miami e di Playa del Carmen che offrono soluzioni su misura per Imprese ed Istituzioni Italiane, ma anche locali, che desiderano accedere ai rispettivi mercati.

 

Indennizzo alle vittime di reati violenti: elemosina di Stato?

Le vittime di reati violenti potranno finalmente chiedere allo Stato un indennizzo se non otterranno il risarcimento dal colpevole. Si tratta però di pochi spiccioli riservati a chi ha un reddito bassissimo.

coins-1760898_640.jpg

Il governo ha finalmente approvato il decreto chiesto dall’Unione europea che riconosce alle vittime di reati violenti un indennizzo pagato dallo Stato [1]. La misura è deludente e inefficace e si presenta quasi come un’elemosina di Stato che rischia di insultare le vittime, piuttosto che risarcirle…

continua a leggere su laleggepertutti.it

Droga in internet: quali rischi per chi acquista

Acquistare droga su internet per uso esclusivamente personale non è reato, ma si tratta comunque di un acquisto rischioso che può comportare sgradevoli conseguenze legali per l’acquirente.

syringe-1884784_640Il mercato della droga su internet è in costante crescita, nonostante i ripetuti tentativi della polizia di contrastarlo. L’anonimato e l’acquisto di pochi grammi per usoesclusivamente personale non escludono tuttavia il rischio di controlli e sanzioni per gli acquirenti…

continua a leggere su laleggepertutti.it